Invernizzi Group per LO sport

Invernizzi Group è sponsor della squadra CNM triathlon di Milano. La nostra società ha voluto fortemente questa sponsorizzazione per sostenere uno sport multidisciplinare che in qualche modo rifletta l'impegno di Invernizzi Group nel mondo delle fiere. Infatti la multidisciplinarità, la dedizione e la costanza, sono elementi che caratterizzano non solo questo sport ma anche l'attività professionale che con grande impegno Invernizzi Group svolge in tutto il mondo. Quasi tutti gli atleti della squadra hanno partecipato una o più volte ad una competizione Ironman, la prova più dura che il triathlon preveda: un'ennesima prova di dedizione impegno e costanza.

Che cos'e' il triathlon? (fonte wikipedia)

Il triathlon è uno sport articolato su tre prove (nuoto, bici e corsa) che si svolgono senza soluzione di continuità. Queste prove si basano su diverse distanze a seconda della categoria. Le distanze standard della categoria sono:

  • "Super sprint": 400 m di nuoto + 10 km in bicicletta + 2.500 m di corsa
  • "Sprint": 750 m di nuoto + 20 km in bicicletta + 5 km di corsa
  • "Olimpico": 1500 m di nuoto + 40 km in bicicletta + 10 km di corsa
  • "Doppio olimpico": 3000 m di nuoto + 80 km in bicicletta + 20 km di corsa
  • "Lungo": 4000 m di nuoto + 120 km in bicicletta e 30 km di corsa
  • "Super lungo" (o Ironman): 3800 m di nuoto + 180 km in bicicletta + 42,195 km (maratona) di corsa.

Nella distanza olimpica e sulle distanze più brevi viene permesso ai concorrenti di stare in scia nella frazione ciclistica. Questa regola è applicata alle olimpiadi così come a tutte le gare che vengono svolte in Italia. Nel nostro paese il divieto della scia vale solo per le distanze a quella olimpica. All'estero è invece vietato rimanere in scia su qualsiasi distanza e la maggior parte delle gare vengono svolte rispettando questa regola. E' da sottolineare come il triathlon sia nato come disciplina assolutamente individuale e quindi con scia vietata nella frazione ciclistica. L'evoluzione di questo sport per potersi adattare agli stretti ritmi e regimi olimpionici, ha portato a modificare questa regola.